Reign - La fine giusta di una serie appassionante


reign 4 season

No, non mi sono “svegliata” adesso, ho solo atteso che venissero messe le nuove puntate su Netflix, il 31 marzo di quest’anno, come d’altronde hanno fatto tutti, o quasi. Per cui, eccomi qui a recensire l’ultima stagione, e quello che ha potuto regalarci nella sua totalità. Partiamo con un piccolo riassunto delle puntate precedenti, quelli della terza stagione

Nelle puntate precedenti…

Il delfino Francesco, ormai Re di Francia, è ormai costretto ad affrontare la malattia e il triste destino che lo perseguita: nei primi episodi della terza stagione sembra quasi rinato e pieno di vita, ma in realtà è solo sceso a patti col suo destino e ha deciso di vivere a pieno i suoi ultimi momenti di vita in compagnia di Maria. Si susseguono varie scene con attimi intensi di amore folle ed anche di grande dolore e sofferenza; l’unico pensiero fisso di Francesco è quello di lasciare la sua sposa nella migliore condizione possibile, in una posizione sicura e forte nella corte francese, luogo che presto si trasformerà per lei di nuovo in un territorio straniero.

Nonostante si possa dire che la morte di Francesco era certa sin dal primo episodio – la sceneggiatura dello show targato CW segue un preciso filone storico pur essendo molto romanzato – questo non ci ha resi immuni al suo fascino. Ci siamo tutti innamorati dei suoi riccioli biondi, della sua dolcezza e del suo amore smisurato per Maria, del suo senso del dovere verso il suo Paese e, nello stesso tempo, dell’impossibilità di anteporre la politica alla sua amata Regina.

Nessuno di noi fans quindi era pronto a dirgli addio. Proprio nessuno…

Reign

Tuttavia, rimane da considerare il grande lavoro di Adelaide Kane nell’interpretazione di una Maria con il cuore colmo di dolore e di dedizione verso il suo paese, caratteristiche che rendono il personaggio della Queen of Scots una donna molto forte, dotata di tante sfaccettature, anche quando il suo mondo cade a pezzi. Chiude il suo cuore all’amore finché non conosce Gideon Blackburn, ambasciatore della corona inglese e di Sua Maestà Elisabetta II.

Tuttavia non può permettersi questo tipo di lusso, perché deve tornare in Scozia e combattere proprio la Regina inglese che mira alla sua conquista. In questa stagione lo scontro con sua cugina Elisabetta si fa sempre più aspro. Essere una regnante vedova, sola e lontana da suo reame, non aiuta la sua battaglia, all’esterno appare una donna vulnerabile. Nonostante il sostegno di Caterina de’ Medici, l’unico modo che Maria ha per riconquistare i suoi sudditi è ritornare in patria, ristabilire l’ordine e affrontare in prima persona tutti i suoi nemici, i protestanti capeggiati da John Knox, prima di giungere allo scontro finale per il trono inglese.

Anche Caterina ha la sua gatta da pelare: nonostante condivida il dolore della perdita del figlio con la nuora, dopo la partenza di questa si trova di nuovo da sola, con il trono francese da gestire, con il figlio Carlo non ancora pronto per governare il Paese; decide di rendere sempre più eccitante la sua scalata alla reggenza, tornando perfettamente nella veste di predatrice affamata di potere e desiderosa di custodire gelosamente il dominio della Casata dei Valois.

Anche la vita privata – e intrisa di inganni – della Regina Elisabetta è stata al centro della terza serie; l’abbiamo conosciuta nelle sue mille sfaccettature come una donna forte ed indipendente ma che, comunque, ha le sue insicurezze. Soprattutto a livello sentimentale.

Seppur sia sposata, intraprende una relazione con Robert Dudley, suo consigliere, maritato anche lui e costretto poi a fare una scelta, portando a termine il rapporto clandestino con la regnante inglese.

Come purtroppo ricorderemo “il gioco del trono” inglese diventa imminente quando Lola, amica intima di Maria, ormai moglie diffidente di Lord Narcisse e madre del bastardo di Francesco II di Valois – ricordiamoci che “riccioli d’oro” non è stato proprio sempre uno stinco di santo nei confronti di Maria – viene mandata in Inghilterra come dama della diffidente Elisabetta. Sospettata di alto tradimento, per aver preso parte al tentato assassinio della monarca, viene giustiziata di fronte al marito Stéphane che, sconvolto mediterà vendetta per tutta la quarta stagione.

E così, da qui, si apre il cerchio.

Arriviamo alla quarta stagione…

Maria, in tutto questo, trova altri due spasimanti oltre al gonfaloniere della rivale al trono inglese Blackburn: si tratta di Darnley e di Bothwell – che secondo Wikipedia, sulla biografia della regina scozzese, furono entrambi suoi consorti.